Film da buttare: Hercules – Il Guerriero

Film da buttare

Eccoci qui, l’estate sta finendo e Quadrazza si appresta a recensire un nuovo Film da Buttare. Indubbiamente però la notizia del giorno è la mia repentina migrazione sulla piattaforma WordPress, da tempo desiderata e finalmente arrivata.

Non mi lamenterò pubblicamente di Blogger, a cui devo grandiosi ricordi di post poco seguiti e di scarso interesse (entrambe mie responsabilità), ma credo che WordPress possa regalarmi ancora più soddisfazioni. Ad ogni modo, fidi lettori, memorizzate il nuovo indirizzo e tenetevi aggiornati!

Tornando a noi, ieri sera, ore 19, un gruppo di giovinastri si avvicina al Fornaci Village, pronto a godere della visione immensa di Dwayne Johnson che falcidia nemici. Hercules mi costa 7.5€ e, pur non essendo un tipo veniale, la cosa mi inizia a generare già in sede di attesa un curioso rictus facciale. Erano le avvisaglie della cagata pazzesca incombente. Presentato da una buona fetta della critica non professionistica, da me consultata su forum vari, come un “titolo action senza pretese ma senza grossi difetti”, l’ora e mezza davanti allo schermo mi ha un po’ spiazzato. Ma procediamo, come sempre, con ordine…

hercules

Trama

Il film ricalca le gesta dell’uomo che si nasconde dietro alla leggenda. Hercules è un orfano di guerra Ateniese, nato con le fattezze di un armadio a due ante e dotato di una forza quasi sovrumana. Le sue imprese, ingigantite dall’ambiguo nipote Iolao, sono state compiute assieme ad altri prodi guerrieri e, sebbene difficili, si rivelano comunque sempre umane. Un aspetto della trama, questo piuttosto apprezzabile, che nasconde una certa qual originalità, a fronte poi della becera piega presa dagli eventi. Ad un passo dalla pensione (i soldi sono il motore del gruppo di mercenari del figlio di Zeus) una bella ragazzotta chiede al possente protagonista di dare una mano al vecchio padre, re della Tracia ed impegnato in una sanguinosa guerra contro Rezo (ma nel film verrà pronunciato spesso anche come Rez, Roz, Raso, Riso, Rettzo ed altri di questi nomignoli tipicamente greci). Ad ogni modo, il muscolosissimo addestrerà l’esercito del placido e vecchio monarca, sconfiggerà il proprio nemico, e porterà l’intreccio narrativo verso l’immancabile colpo di scena: il vero antagonista è l’orribile anziano, che si rivelerà usurpatore e maniaco, in combutta con l’altrettanto odioso re di Atene (responsabile tra l’altro del cupo passato che tormenta Dwayne). Tra l’altro il re di Atene è talmente viscido e disgustoso, con quella barba sempre rasata e quei finti boccoli d’oro che si spengono in una nota di castano scuro, da rendere impossibile anche al più tonto dei palestrati non afferrarne la subdola e meschina psicologia.

La trasformazione degli alleati in avversari è talmente repentina da riuscire per i primi cinque minuti a non insospettire lo spettatore. Quando però subentrano le scene di dialogo, ecco che si ha tempo per poter ragionare sugli avvenimenti, anche solo per evitare di soffermarsi sulle brutture del copione. Domanda legittima per me è stata “nonostante l’epoca antica e priva dei naturali mezzi di comunicazione, è mai possibile che un generale vecchio ed imbecille uccida un Re alla luce del giorno, ne usurpi il trono e riesca a mascherare una ribellione popolare in una guerra di confine, senza che nessuno sospetti nulla?”. The Rock però è un ingenuotto, ed il film si trascina sui binari soliti, fino all’altrettanto solito finale.

Critica

Molti di voi penseranno che criticare i film d’azione, specie quelli estivi, sia come sparare alla Croce Rossa. Purtroppo però Hercules va oltre le basse aspettative dei film disimpegnati, spingendo sull’acceleratore della stupidità. Sebbene bisogna dire che alcune particolari scene di battaglia si contraddistinguano per il giusto contenuto di cafonissima violenza, il leit motif dell’intera produzione si discosta troppo sia dall’intrattenimento divertente, che dall’azione pura. Questo film è una specie di versione di bassa lega dei Mercenari di Stallone, priva delle ovvie suppellettili moderne, ma piena di battute al limite del ridicolo. L’interpretazione di Johnson poi, segue i dettami teatrali dell’impareggiabile Schwarzy in Un poliziotto alle elementari, con effetti deliziosi.

“Sei proprio tu Hercules, colui che ha compiuto le dodici fatiche?”

“Non erano poi così faticose, mhmheehehehmhmheh-risatina chioccia-“

 

“Ti prego figlio di Zeus, aiutaci a salvare il Re!”

“Vi costerà doppio, mhmheehehehmhmheh-risatina chioccia-“

 

“Da grande voglio diventare proprio come te!”

“mhmheehehehmhmheh-risatina chioccia-“

Il voltagabbana dell’anziano Cotys è emblematico delle sconclusionate scelte degli autori. Da vecchio rimbambito e dotato di una non ferma e sicura locomozione, Cotys si trasforma in uno psicotico amante della carne cruda, dell’omicidio e delle frasi ambigue e violente, minacciando praticamente tutti di una morte orrenda. Anche le ambizioni salgono esponenzialmente, passando dalla difesa del territorio all’espansionismo coloniale di tipo postindustriale. Un’evoluzione psicologica di grande portata, se attribuita ad un novantenne alla fine dei propri giorni. Tendenzialmente quindi il vero difetto della pellicola è di non aver dato un’impronta unica alla propria trama, finendo per fare un torto a tutti i generi conosciuti. Non è un vero action, per colpa del ritmo spesso lento e spezzettato. Non è un film storico, per ovvie ragioni di dignità. Non è nemmeno una commedia, perché l’ilarità è non voluta e spesso inconsapevole. E’ sicuramente un film male interpretato, quello si. Dispiace solo un po’ per Joseph Fiennes, che interpreta Euristeo, monarca transessuale di Atene e Rufus Sewell – il promettente attore di Dark City– che come tutti deve mangiare, ma forse era meglio investire in buoni del tesoro.

Non potevo non creare questo MEME...

Non potevo non creare questo MEME…

2 pensieri su “Film da buttare: Hercules – Il Guerriero

  1. Ho solo una piccola critica alla tua recensione accurata e incredibilmente virile!
    L’accusa più infamante che lanciavi al povero eroe era che Hercules non aveva “superpoteri” ed oggi scrivi che “Un aspetto della trama, questo piuttosto apprezzabile, che nasconde una certa qual originalità, a fronte poi della becera piega presa dagli eventi.”
    sei un pupazzo! un coccoloso pupazzo pelato! sto film fa cagare… ma io non ho aspettative quindi mi è piaciuto un bbbbotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *